Post

Visualizzazione dei post da gennaio 15, 2012

Ci mangiamo una lingua?

Immagine
Sono molte le ricette che hanno tra i componenti base la lingua..........di sicuro non un ingrediente adatto a tutti i palati; ma ci sono dei veri amanti della lingua!
Lingua lessa, in umido, in agrodolce, in salsa verde; salmistrata, salata, affumicata, ecc.
La lingua è un ingrediente importante nella preparazione dei bolliti.
Se questo tipo di lingua non vi convince (mi unisco a voi), allora proviamo una variante più dolce!
Lingue di gatto, piccoli biscotti da tè, piatti e sottilissimi, talvolta ricoperti di cioccolato; lingue di suocera o delle suocere, biscotti simili alle lingue di gatto, ma più lunghi.

E se non siete tipi da carne o da dolci, di sicuro le prossime "lingue" vi è già capitato di mangiaverle!
Lingue di passero (o di passera), tagliatelle sottili per minestra in brodo o asciutta, dette più comunemente linguine.


Le linguine sono un tipo di pasta lunga di semola di grano duro. La lunghezza è la stessa degli spaghetti ma, invece di avere  forma cilindrica, sono…

La lingua nei proverbi

Immagine
Bocca e lingua castigate, molte angustie risparmiate. Chi d'altrui sparla, si brucia la lingua. Chi ha mala lingua, bisogna che abbia buone reni. Chi lingua ha, a Roma va. Chi non ha giudizio, non abbia lingua. Da falsa lingua, cattiva arringa. Dalla lingua i medici conoscono le malattie del corpo, i filosofi quelle dell'anima. Di molti malanni la lingua è cagione. È meglio essere di man battuto, che di lingua ferito. E più facile tirar fuori una lingua da un sasso, che una buona parola da un malvagio. Fa' che la tua bocca sia il carcere della tua lingua. Gli uomini si legano per la lingua, i buoi per le corna. Guardatevi dalle vostre lingue: è un consiglio buono per i vecchi e per i giovani. La lingua batte dove il dente duole. La lingua d'uno stolto è lunga abbastanza per tagliargli la gola. La lingua del cattivo amico taglia più del coltello. La lingua delle donne taglia e cuce. La lingua non ha osso ma fa rompere il dosso. La lingua non ha osso ma può far male grosso. La lingua non h…

La lingua nei modi di dire

Immagine
LINGUA Organo della cavità orale dei vertebrati, con funzione tattile e gustativa, che ha anche parte importante nel processo della masticazione e della deglutizione e, nell’uomo, nell’articolazione del linguaggio; sotto l’aspetto anatomico, è un organo muscolare, rivestito di mucosa, mobilissimo in tutte le direzioni, di forma allungata e appiattita.
Avere la lingua biforcuta: essere una persona falsa o malvagia, ambigua Avere la lingua lunga: parlare troppo, raccontando i segreti altrui, rispondere in modo sgarbato Avere qualcosa sulla punta della lingua: volere dire qualcosa di cui non ci si ricorda momentaneamente Avere una bella lingua: parlare bene e molto Esprimersi in lingua, parlare in lingua: parlare in maniera linguisticamente corretta Essere una malalingua: spargere calunnie e maldicenze Fare la linguaccia: tirar fuori la lingua, in segno di dispetto Non aver peli sulla lingua: parlare senza remore Perdere la lingua: non sapere cosa dire, rimanere senza parole Ingoiarsi la lingua: am…

Batman

Immagine
Ve li ricordate i telefilm di Batman degli anni sessanta e settanta?

Una serie molto famosa, caratterizzata dai costumi sgargianti dei nemici di Batman, dalla Batmobile riprodotta fedelmente rispettando il fumetto originale e dalle scazzottate a tempo di musica tra Batman e il suo aiutante Robin e i supercriminali loro nemici ( Joker, Pinguin, ecc.), nelle quali i "colpi" venivano enfatizzati con scritte onomatopeiche che rendevano il telefilm simile a un fumetto animato. Beh per i nostalgici e per tutti quelli tra di voi che hanno voglia di farsi anche due risate, ecco un intero film di Batman. 

Ammetto, per uno spettatore del 2012, ci saranno molte scene esileranti, arrivate a vederlo almeno fino a quando lo squalo addenta la gamba di Batman……….da morire. 

E se proseguite nella visione, scrivetemi poi il vostro Bat-oggetto preferito.
 La  Batmobile, la Batscala, il Batelicottero ecc. ecc.

Beh………….buona visione e buone risate a tutti con Batmannnnnnnnnnnnnnnnnnnn

Le mille e una notte

Immagine
LA TORRE DI RAPERONZOLO
La Torre dei Prendiparte B&B Regione: Emilia Romagna Città: Bologna Nel cuore di Bologna c’è un piccolo pezzo di storia che oggi rivive, tornando all’antico splendore.  L’antica torre dei Prendiparte diventa un rifugio esclusivo per chi subisce il fascino del passato. Se il vostro sogno è sempre stato quello di dormire in una torre fiabesca, allora questo B&B è quello che fa per voi. La Torre dei Prendiparte (anche detta Torre Coronata) è una delle circa 20 torri gentilizie ancora esistenti nel centro storico della città di Bologna. Eretta nella seconda metà del XII secolo, è alta 59,50 metri (61 metri con il pinnacolo sulla sommità) ed è caratterizzata da una lieve pendenza verso nord. Si trova nella piccola via Sant'Alò, in un punto in cui la strada si allarga a formare una sorta di piazzetta, che era appunto nota come piazzetta di San Senesio per la presenza di un'antica chiesa, oggi scomparsa.
Raperonzolo butta la treccia… ... e dopo nove secoli il fas…

L'importante è crederci

Immagine

Non si è mai abbastanza coraggiosi da diventare vigliacchi definitivamente.

Immagine
Un autore magnifico, troppo poco considerato.
Giorgio Gaber in un divertente e profondo monologo dal titolo "La paura".
Provate prima un puro ascolto e poi un ascolto-lettura, grazie al testo riportato.


Monologo : LA PAURA Di Giorgio Gaber
E camminando di notte nel centro di Milano semi deserto e buio e vedendomi venire incontro l'incauto avventore, ebbi un piccolo sobbalzo nella regione epigastrico-duodenale che a buon diritto chiamai... paura, o vigliaccheria emotiva. Sono i momenti in cui amo la polizia. E lei lo sa, e si fa desiderare. Si sente solo il rumore dei miei passi. Avrei dovuto mettere le Clark. La luna immobile e bianca disegna ombre allungate e drittissime. Non importa, non siamo mica qui per fare delle fotografie, dài! Cappello in testa e impermeabile chiaro che copre l'abito scurissimo, l'uomo che mi viene incontro ha pochissime probabilità di essere Humprey Bogart. Le mani stringono al petto qualcosa di poco chiaro. Non posso deviare. Mi …

Le frasi della paura!

Immagine
PAURA
Detta anche: preoccupazione, timore, inquietudine, strizza, fifa, scaga, cagotto, fobia, orrore, panico, spavento, affanno, angoscia, esitazione, sconvolgimento, codardia, terrore, timore, tremarella, tremore, ansia, apprensione, batticuore, inquietudine, allarme, colpo, preoccupazione, trepidazione, smarrimento.
La paura è un'intensa emozione derivata dalla percezione di un pericolo, reale o supposto. Stato emotivo consistente in un senso di insicurezza, di smarrimento e di ansia di fronte a un pericolo reale o immaginario o dinanzi a cosa o a fatto che sia o si creda dannoso. È una delle emozioni primarie, comune sia alla specie umana, sia a molte specie animali.
Gradi della paura Timore Ansia Paura Panico Terrore
TRADUZIONI francese: peur inglese: fear tedesco: angst latino: metus, timor, pavus olandese: vrees papiamento: miedu spagnolo: miedo (m) svedese: rädsla (c)
Prender paura=esser preso, colto, invaso, afferrato, assalito dalla paura Avere un gran paura Avere una bella paura Avere una pau…

Capitani coraggiosi!

Immagine
Quante parole, quante ire, quante versioni.......una sciagura che sembra perdere la sua gravità, vestendo i panni dell'evento mediatico e del "furor di popolo".
Un film, che pare già girato, pronto per gli schermi, in cui ci sono già i colpevoli, in cui non si hanno dubbi sulle dinamiche, in cui le voci degli eroi risuonano chiare e perentorie al telefono.
Un campitano sulla gogna, l'altro osannato.
Io non so, non conosco e così prendo il coraggio a piene mani e vado contro corrente.
Non per difendere qualcuno ma per difendere la possibilità della "sospensione di giudizio"!
Non mi piacciono le gogne mediatiche.
Non credo che sia mai giusto accanirsi con nessuno, specie fino a che tutti i fatti e i contro fatti sono venuti alla luce; e non sotto la luce del momento.
Credo che esistano il panico, la paura, l'errore.
Credo che un passeggero che fotografa in momenti del genere, è quanto meno discutibile.
Sono la prima fan della Guardia Costiera ma la divulgazione al…

Italiano frasi comuni

Immagine
VUCUMPRÀ Vucumprà o vu' cumprà  è un neologismo diffusosi in Italia negli anni novanta per indicare, in senso generalmente dispregiativo, i venditori ambulanti di origine africana.  La parola vuole imitare la pronuncia distorta da parte di immigrati con scarsa padronanza della lingua italiana della frase "vuoi comprare?". Il fenomeno della diffusione del neologismo "vucumprà" può essere paragonato a quello del termine "sciuscià", con cui alla fine della Seconda guerra mondiale si iniziarono a chiamare i bambini napoletani che si offrivano di lucidare le scarpe ai soldati americani, distorcendo la pronuncia dell'inglese shoe shine. La parola "vucumprà" viene spesso usata con significato esteso, per esempio a indicare genericamente gli extracomunitari immigrati, a prescindere dall'attività che svolgono.  In altri casi la parola viene usata per alludere ad alcuni aspetti secondari del fenomeno dei venditori ambulanti immigrati, per esempio a…

Italiano frasi comuni

Immagine
Pezzo di carta
Pezzo di carta è una frase usata per indicare, per lo più in senso spregiativo, un documento, in particolare un titolo di studio, ritenuto di scarso valore.  La locuzione è coniata sul modello del francese chiffon de papier. Nel caso specifico del titolo di studio, tale denominazione si deve principalmente al fatto che esso ha sicuramente un valore legale ed è sicuramente indispensabile laddove richiesto dalla burocrazia, ma è tutto da dimostrare che porti effettivamente dei vantaggi per il proseguimento degli studi o per l'esercizio di una professione.  Nella peggiore delle ipotesi non è nulla di più, appunto, di un "pezzo di carta" prestampato, formale e asettico (che tra l'altro la tradizione vuol vedere incorniciato e appeso alla parete). Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
"Oggigiorno per fare qualsiasi cosa serve un pezzo di carta" "Non riesce a combinare nulla di buono, la laura che ha è solo un pezzo di carta!"