Post

Visualizzazione dei post da dicembre 9, 2012

Parliamo italiano- La fonetica

Immagine
La fonetica italiana Eccoci ancora qui con le nostre lezioni di fonetica e un paio di regole per aiutarvi nella pronuncia:







Tutti i sostantivi italiani che finiscono in ógna hanno sempre e senza nessuna eccezione suono chiuso!

Per indicare quali vocali vanno pronunciate aperte e quali chiuse si usano due tipi di accento fonico:             Accento grave:             ò è per indicare le vocali da pronunciare aperte (Es.: pòdio, sèdia)             Accento acuto:             ó é per indicare le vocali da pronunciare chiuse (Es.: bórsa, perché)

LA PREPOSIZIONE DI

Immagine
La preposizione DI indica generalmente proprietà, ossia possesso e appartenenza (Il sedere di Giuliana, è proprio ben fatto!)) o anche di caratteristica specifica, propria di qualcuno o qualcosa (Giuliana è una bella babbuina di 4 anni!).

Sotto il profilo grammaticale stretto è la preposizione che introduce il complemento di specificazione che corrisponde al genitivo latino. Indica appartenenza o possesso
La macchina di Luigi.
La borsa della nonna. (In questo caso la preposizione è articolata, della= di+la)
Indica denominazione
L'isola d'elba.
Indica argomento
Che noia, parlano sempre di ragazzi!
Indica tempo determinato
D'inverno nevica spesso, perché fa freddo.
Indica provenienza
Sono di Roma.
Indica il secondo termine di un paragone
Sono più sfigata di te
Indica materia
Un tavolo di legno
Specifica il contesto, indica limitazione
È debole di cuore.
Indica qualità
É una persona di grande integrità morale.
Una città di mare.
Una moneta d’oro
indica età
È un signore di 70 anni
Indica la misura
Una …

A OPPURE AD? E OPPURE ED?

Immagine
Ecco la famosa questione della d eufonica, cioè di quella d che viene aggiunta alla preposizione a trasformandola in ad e alla congiunzione e trasformandola in ed quando sono seguite da parola che comincia per vocale. Lo scopo è di rendere il suono più gradevole: eufonica vuol dire, infatti, che dà un buon suono (dal greco eu phonè). Così a altri diventa ad altri, e era diventa ed era, a un certo punto diventa ad un certo punto, e ogni volta diventa ed ogni volta.
C’è stato un lungo e tormentato dibattito sulla d eufonica, e fino a una cinquantina d’anni fa essa sembrò prevalere. Poi ha perso terreno. Ora, la conclusione generalmente condivisa è questa: eliminiamo la d eufonica quando la a o la e sono seguite da parola che cominci per una vocale diversa. Per esempio, diciamo e scriviamo a osservare, non ad osservare; e anche, non ed anche. Eccezione, ormai imposta dall’uso, ad esempio, non a esempio. Quando invece a ed e sono seguite da parola iniziante per la stessa vocale, la d eufon…

Olio di gomito

Immagine

LANDAIE LAVATOI E LA BELLA LAVANDERINA

Immagine
Canzoni dal gusto antico, canzoni vecchie che cantavano le nonne e che parlano di un passato ormai dimenticato.
Camminando per alcune città italiane, nella mia per esempio (Vicenza), si vedono ancora i vecchi lavatoi, sì perché una volta mica c’erano le lavatrici! Fare il bucato era un’operazione faticosa, lunga e scomoda che richiedeva olio di gomito…le belle lavanderine lavavano i loro paneselli (i loro panni), o al fiume (se lo avevano vicino) o in lavatoi di pietra pubblici. A pensarci bene doveva essere terribile, caricarsi chili di bucato sulle spalle e partire in ogni stagione per andare a lavarli, l’acqua di fontane e fiumi non era riscaldata, e così anche d’inverno, fare i panni non era certamente un passatempo divertente. Tutto sommato però a guardare le foto, il tutto ha una gran poesia, la poesia dei tempi in cui le cose non erano facili e a portata di mano, in cui anche azioni semplici, quotidiane e necessarie richiedevano tempo e pazienza, in cui le casalinghe non si rinchiu…

La Meritocrazia

Immagine
Oggi in Italia si sente spesso parlare di concetti come meritocrazia, burocrazia e raccomandazioni…conoscete il significato di queste parole? In questo video del grande Bruno Bozzetto si parla proprio del tema meritocrazia, ponendo l’accento sul fatto che una società che non si basa sul merito e sulle capacità ma sulle “raccomandazioni”, non può funzionare ed essere produttiva. Voi cosa ne pensate? E così solo in Italia o anche nel vostro paese?
LA MERITOCRAZIA DI BRUNO BOZZETTO

L’Italia è intossicata ha troppi parassiti sono gli amici e gli amici degli amici incapaci, lavativi, smidollati
poltornizzati, da tutti quei politici tipici, che aiutano chi li vota e non chi vale polverizzando il merito e valorizzando il male qui si premia il ladro, invece del corretto si prende a calci il valido, invece del furbetto
Ed i cervelli emigrano i cervelli fuggono la sola cosa seria è la meritocrazia premiare chi ha talento e non la porcheria
In tutti i posti giusti mettono furbastri dei veri impiastri, pronti a lec…

LA MAZURKA DELL‘UOMO PELATO

Immagine
Questa canzone è l'inno di tutti gli umini pelati (pelato=calvo=senza capelli)... se vi manca qualche capello, siete sulla buona strada per perderli tutti o siete sposate con un uomo pelato...
QUESTA È LA CANZONE CHE FA PER VOI PERCHÈ RICORDATE...
L’uomo pelato ha una marcia in più!

LA MAZURKA DELL‘UOMO PELATO Se gli mancano i capelli non si sente disperato alle donne piace molto L’uomo pelato
È un poeta e un sognatore proprio come lo vuoi tu L’uomo pelato ha una marcia in più!
Ha lasciato il parrucchino il riporto è sorpassato lui di donne ne ha un casino L’uomo pelato e se poi lo fai parlare presto ti affascinerà l’uomo pelato ti conquisterà
È riservato e tanto educato non dirgli no quando la mazurka lui t’invita a ballar
Non guardare all’apparenza se ti sembra un po’ invecchiato dentro è sano come un pesce L’uomo pelato lui non prende medicine non gli sale la pression L’uomo pelato sa fare all’amor
È un poeta e un sognatore proprio come lo vuoi tu L’uomo pelato ha una marcia in più! L’uom…

Il Sacro Monte d'Orta

Immagine
I LUOGHI DEL MISTERO LA SACRA MONTAGNA FRANCESCANA 

Il Sacro Monte di Orta fa parte del gruppo dei nove Sacri Monti prealpini in Piemonte e Lombardia considerati patrimoni dell'umanità e si trova nel comune di Orta San Giulio in provincia di Novara. Il Sacro Monte si estende alla sommità del colle che sovrasta Orta, a sud-est del centro abitato. Su quest’altura sorgeva un tempo, la chiesa di San Nicolao all’interno della quale veniva venerata una statua di pietra della Madonna.  Nel 1538 questa immagine venne vista sudare, cambiare colore, aprire e chiudere gli occhi, in seguito a questo prodigioso miracolo gli abitanti del paese decisero di edificare sul posto un nuovo luogo di culto. Il progetto ebbe inizio nel 1590 e diede vita al Sacro Monte un complesso di 20 cappelle dedicate interamente a Francesco d’Assisi e agli episodi salienti della sua vita. Il Sacro Monte è un luogo di culto o meglio un itinerario della fede ricco di punti affascinanti e suggestionanti, portoni, griglie, gr…

I borghi più belli d'Italia

Immagine
MODICA (RAGUSA)
« Un teatro era il paese, un proscenio di pietre rosa, una festa di mirabilia. E come odorava di gelsomino sul far della sera. Non finirei mai di parlarne, di ritornare a specchiarmi in un così tenero miraggio di lontananze… » (Gesualdo Bufalino, Argo il cieco ovvero i sogni della memoria)
Modica (Muòrica in siciliano, Mutica / Motyca in latino) è un comune italianodella provincia di Ragusa in Sicilia, da cui dista circa 15  chilometri; insieme con la Val di Noto, è stata inserita nella lista dei Patrimoni dell'Umanità dell'UNESCO per il suo centro storico. Abbarbicata sui costoni di due profonde gole, Modica stupisce con uno scenario eccezionale: creazioni monumentali, il poderoso sperone di roccia della collina del Pizzo, chiese barocche raggiungibili da ampie scalinate, un vasto intrigo di casette e viuzze, scale e piazzette. Di notevole importanza storica è la necropoli del Quarticcio, nel quartiere Vignazza, in cui sono visibili alcune decine di tombe a forno sc…

L'italiano con le barzellette

Immagine
PIGRO: Che non ha voglia di faticare, che tende a evitare ogni impegno.
SINONIMI: svogliato, poltrone, indolente, scioperato, negligente, ozioso, abulico, accidioso, inattivo, inoperoso, fiacco, apatico
CONTRARI:  attivo, dinamico, diligente, energico, sveglio