Tre minuti una parola

Beh non si tratta veramente di un corso di lingua italiana on-line, ma di una rubrica del Corriere a cura del simpaticissimo scrittore Beppe Servegnini, che per tre anni di seguito ha analizzato in modo divertente e accourato, un parola della lingua italiana in tre minuti.

Un modo nuovo di ragionare sulla lingua italiana. Anzi, di capire cosa c’è dietro la lingua italiana. Una nazione con le sue ossessioni, le sue passioni, le sue fobie, i suoi imprevedibili pudori.



Se volete vedere tutte le 100 puntate andate qui:
ARCHIVIO

Ecco un esempio, la parola:

L'acne è femmina, come del resto acme. Di eco maschile c'è solo Eco, perché lei secondo Ovidio era una ninfa. Problemi d'identità anche per l'asma, un po' più tollerata. O tollerato. Giustizia di genere anche per l'allerta e l'architrave, per l'amalgama e per le parole subdole.


Commenti

Post popolari in questo blog

I CONNETTIVI TESTUALI NELLA LINGUA ITALIANA

Esclamazioni e Interiezioni

Le supertizioni degli italiani!