Barzellettiamo

     La padella.

Un giovane ventenne si è appena trasferito dalla campagna in centro a Bologna, per studiare all’università, e ha trovato un appartamento in cui vive anche una ragazza stupenda.
Un giorno la madre del ragazzo lo viene a trovare per cena, mentre sono seduti tutti a tavola, la signora nota la fortissima attrazione fisica e gli sguardi tra i due giovani, e comincia a sospettare che il suo amato figliolo abbia una relazione con la coinquilina.
 Il figlio, conoscendo il carattere della madre, anticipa la domanda assicurandole che si tratta solo di una cara amica che, fra l'altro, è anche una bravissima ragazza, molto religiosa.
Dopo circa una settimana la ragazza dice allo studente:
 "Luca da quando è venuta tua madre per cena non trovo più la mia padella antiaderente, hai idea di dove possa essere finita?"
Il ragazzo risponde cercando di rassicurare la coinquilina:
"Non credo proprio che mia madre abbia preso la tua padella, ma se ti fa stare meglio glielo chiedo questa sera quando la sento."
Alla sera puntuale arriva la telefonata della mamma che vuole sapere com’è andata la giornata del figlio:
“Bene mamma, tutto bene! Però sai…
mi tocca dirti
una cosa…questa sera io e Manuela volevamo cucinare della bistecche…e….beh sai? Da quando sei venuta a trovarmi….da quella sera…beh, non troviamo più la padella. Ora non ti arrabbiare, non voglio dire che hai preso o che non hai preso la padella della mia coinquilina, ma il punto è che da quando sei venuta per cena non la troviamo più!”
La madre dall’altra parte della linea fa un respiro profondo:
“ Tesoro mio! Figlio mio, non voglio dire che ti trombi o che non ti trombi la tua coinquilina, ma il punto è che se lei nelle ultime settimane avesse dormito nel suo letto sicuramente saprebbe dov’è la sua padella…”


Commenti

Post popolari in questo blog

I CONNETTIVI TESTUALI NELLA LINGUA ITALIANA

Esclamazioni e Interiezioni

Le supertizioni degli italiani!