Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da luglio 29, 2012

CONSONNO LA CITTÀ FANTASMA

QUANDO SI SPENGONO LE LUCI DEL CAROSELLO LA STORIA DI CONSONNO, DA BORGO A CITTA' DEI BALOCCHI




Dopo aver guardato il video ascolta il podcast che ti "legge" e racconta la storia di Consonno!

Listen to "ITALIA ITALIANI E ITALIANERIE" on Spreaker.

Questa è una storia che parla di sogni e visioni, parla della realtà che si scontra con le illusioni, ci narra della capacità umana di distruggere e cambiare la natura e di come questa alla fine abbia mezzi sottili ma potenti per prendersi le sue rivincite. Questa storia narra di un piccolo borgo raso al suolo dalle strabilianti visioni di un uomo e di come il tempo e la sorte abbiano trasformato quello che poteva e sembrava essere un successo in un progetto catastrofale e sinistro. Oggi vi porto a Consonno, un tempo piccolo borgo montano genuino e naturale, per un attimo città dei balocchi, sogno di luci e divertimenti, oggi sinistra città fantasma abbandonata in cui risuonano solo gli echi dei tempi che furono.

"Un paes…

Conan

Conan il ragazzo del futuro c'era una volta una citta' in quell'isola laggiu' c'era una via che passava di la' proprio dove vivi tu c'era allegria c'era felicita' ma la guerra e' una follia ma se qualcuno sorride a te un domani ancora c'e'....
dai Conan! tutto deve ricominciare dai Conan! mettici tanto amore piu' che puoi dai Conan! ora stringiti forte a Lana dai Conan! bella non c'e' nessuna come lei
salta i pericoli, vola tra gli alberi, corri insieme a noi oltre gli ostacoli, per tutti gli uomini liberi contro i nemici non perderti, non fermarti mai...
ci sono i buoni, come sei tu per un amicizia in piu' c'e' sempre Lana vicino a te che ti fa sentire un re ci sono i sogni, tutti quelli che fai che non moriranno mai c'e' la speranza, che d'ora un poi un futuro avremo noi
dai Conan! sulla terra c'e' ancora il sole dai Conan! tenero come un fiore crescerai dai Conan! questo mondo si puo' salvare dai Conan! tuffati in…

Oltre il mare

Mare 
di Giovanni Pascoli
M’affaccio alla finestra, e vedo il mare; vanno le stelle, tremolano l’onde. Vedo stelle passare, onde passare; un guizzo chiama, alito risponde. Ecco, sospira l’acqua, alita il vento: sul mare è apparso un bel ponte d’argento. Ponte gettato sui laghi sereni, per chi dunque sei fatto, e dove meni?
Oltremare di Ludovico Einaudi

CLASSIFICAZIONE DEI MARITI

Marito Esemplare:  si sposa per amore, considera sua moglie una divinità terrena ed è sempre gentile e bendisposto ad aiutarla, ascoltarla, confortarla e ammirarla in ogni sua piccola o grande conquista della vita, nella gioia come nel dolore. La perdona, la rispetta, darebbe la vita per lei. Lavora felice pensando a lei, torna sempre a casa con un regalino e la accompagna ogni volta che desidera a fare shopping, pagando tutto lui, e siede accanto a lei sul divano, abbracciandola davanti alla tv, guardando insieme Sex and the City durante la finale dei mondiali di calcio. Morirà infelice, pluricornificato e abbandonato, con due figli drogati e omosessuali che somigliano paurosamente al ferramenta in fondo alla strada, poverissimo e senza amici. ...il Marito esemplare non sempre ha bisogno di una moglie a letto...
Marito Standard: si sposa per paura di restare solo, considera sua moglie una cagacazzi qualsiasi e passa le sue giornate a lavoro, per poi tornare a casa già nervoso e pronto a…