Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da luglio 8, 2012

Giovedì gnocchi

GLI GNOCCHI Gli gnocchi sono un piatto tipico italiano, la loro preparazione base è molto semplice, anche se richiede un po’ di tempo. Gli gnocchi si sposano bene con numerosi sughi. Volete imparare a farli? Ecco come si preparano:

1 kg di patate Sale quanto basta 1 uovo 300 gr di farina


Gli gnocchi sono un cibo antichissimo, preparato con farine differenti: farina di frumento, di riso, di semola, con patate, pane secco, tuberi o verdure varie. La varietà più diffusa in Italia è quella di patate. Nella città di Roma il piatto tradizionale del giovedì sono/erano gli gnocchi, seguendo il detto "Giovedì gnocchi, Venerdi pesce (o anche "ceci e baccalà"), Sabato Trippa". Ancora oggi sopravvivono antiche osterie e trattorie dove si segue questa tradizione. Noto è il detto romano "Ridi, ridi, che mamma ha fatto i gnocchi"! A Verona un piatto di gnocchi al pomodoro viene tradizionalmente consumato il "Venàrdi Gnocolàr", giorno della sfilata dei carri di Carnevale. …

Frutta e pettegolezzi

Davanti al cinema tre amici che "chiacchierano"….. Grazia: Hai visto la Maria che due meloni che si è fatta fare? Graziella: Meloni? Quelle sono due cocomeri; lo si vede da lontano che sono finte….prima aveva due susine! Si è fatta pagare tutto dal suo nuovo fidanzato, si fa spremere come un limone, quel cetriolo! Luca: Di chi parlate? Di quella gran figona della Maria? Grazia: Uomini, tutti uguali, non vedono altro…..l’ho sempre detto che tu hai la testa bacata come una mela! Luca: Mah! Per me era già bella prima, ora ha solo messo la ciliegina sulla torta! Graziella: Con te siamo proprio alla frutta Luca. Vedi di non farti sentire dalla tua fidanzata o addio fiori d’arancio…….e domani ti ritroviamo con due pesche sotto agli occhi! Luca: Parlate, parlate voi, siete acide come limoni e fate come la volpe con l’uva! L’unica frutta che vi ritrovate addosso è la buccia d’arancia e adesso andiamo a vedere ‘sto cinecocomero, prima che cambi idea. Graziella e Grazia: I soliti ragionamenti…