Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da settembre 23, 2012

CONSONNO LA CITTÀ FANTASMA

QUANDO SI SPENGONO LE LUCI DEL CAROSELLO LA STORIA DI CONSONNO, DA BORGO A CITTA' DEI BALOCCHI




Dopo aver guardato il video ascolta il podcast che ti "legge" e racconta la storia di Consonno!

Listen to "ITALIA ITALIANI E ITALIANERIE" on Spreaker.

Questa è una storia che parla di sogni e visioni, parla della realtà che si scontra con le illusioni, ci narra della capacità umana di distruggere e cambiare la natura e di come questa alla fine abbia mezzi sottili ma potenti per prendersi le sue rivincite. Questa storia narra di un piccolo borgo raso al suolo dalle strabilianti visioni di un uomo e di come il tempo e la sorte abbiano trasformato quello che poteva e sembrava essere un successo in un progetto catastrofale e sinistro. Oggi vi porto a Consonno, un tempo piccolo borgo montano genuino e naturale, per un attimo città dei balocchi, sogno di luci e divertimenti, oggi sinistra città fantasma abbandonata in cui risuonano solo gli echi dei tempi che furono.

"Un paes…

I plurali doppi

Plurali doppi
Visto che purtroppo non esiste  una regola generale, l’unica soluzione è prendere in esame i vari casi singolarmente.
· Il braccio --> i bracci / le braccia. Il femminile si usa propriamente per indicare gli arti superiori dell’essere umano, nonché il plurale del braccio unità di misura; il maschile in tutti gli altri significati: i bracci della gru, i bracci A e B di un edificio. · Il budello --> i budelli / le budella. Il femminile indica le interiora di un animale (o di un essere umano); il maschile invece si usa per ‘passaggi angusti, vicoli stretti’. · Il calcagno --> i calcagni / le calcagna. Il maschile indica la parte posteriore del piede, il femminile, disusato, si è cristallizzato in alcune espressioni come stare alle calcagna. · Il cervello --> i cervelli / le cervella. Il primo si utilizza come semplice plurale di cervello, il secondo, come per budella, indica la materia di cui è fatto il cervello, specialmente nell’espressione far saltare le ce…

Al mondo ci sono anch'io!

Ci Sono Anch'io 883
Io di risposte non ne ho mai avute mai ne avrò di domande ne ho quante ne vuoi e tu neanche tu mi fermerai neanche tu ci riuscirai io non sono quel tipo di uomo e non lo sarò mai Non so se la rotta è giusta o se mi sono perduto ed è troppo tardi per tornare indietro così meglio che io vada via non pensarci, è colpa mia questo mondo non sarà mio
Non so se è soltanto fantasia o se è solo una follia quella stella lontana laggiù Però io la seguo e anche se so che non la raggiungerò potrò dire ci sono anch'io
Non è stato facile perchè nessun' altro a parte me ha creduto però ora so che tu vedi quel che vedo io il tuo mondo è come il mio e hai guardato nell'uomo che sono e sarò Ti potranno dire che non può esistere niente che non si tocca o si conta o si compra perchè chi è deserto non vuole che qualcosa fiorisca in te
E so che non è una fantasia Non è stata una follia quella stella la vedi anche tu perciò io la seguo ed adesso so che io la raggiungerò pe…

Ridere fa bene all'anima!

Gli uomini parlano un solo linguaggio solo quando ridono, che siano inglesi, italiani, polacchi, cinesi o cingalesi la vera lingua universale è la risata.
Ci accompagna sin da bambini, ognuno di noi ha la sua e ci aiuta, spesso non ce ne rendiamo conto di quanto ci aiuti, ad andare avanti nella vita di ogni giorno.
Una risata può sdrammatizzare anche il momento più imbarazzante...
Una risata può farci innamorare più di mille parole, imprimendosi insieme ad un volto nei nostri pensieri...
Una risata può essere anche accompagnata da lacrime, ed essere indimenticabile...
Quando amiamo davvero qualcuno, siamo felici di vederlo ridere...
Allora, ricodiamoci tutti di ridere di più, e magari di vivere con più leggerenza, forse non risolveremo così tutti i nostri problemi ma riusciremo di sicuro a sopportarli meglio.
Io faccio del mio meglio per farvi ridere un po' e questa sera vi offro la visione di questo simpaticissimo film:
BARZELLETTE con il mitico Gigi Proietti BUONA VISIONE