Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da settembre 2, 2012

Proverbi italiani!

SCARPA
Non esiste bella scarpa che non diventi una ciabatta=la bellezza svanisce
Ogni bella scarpa prima o poi diventerà uno scarpone malridotto
Il calzolaio non giudichi oltre la scarpa=ognuno faccia il suo mestiere
Di marzo chi non ha scarpe vada scalzo
I parenti sono come le scarpe, più strette ti vanno più male ti fanno=indica quanto pericolosi possono essere i parenti impiccioni e intriganti
Sopra le scarpe nuove, prima o poi ci piove
Contadino (e montanino) scarpe grosse e cervello fino=proverbio usato per indicare che l’apparenza rude e gli scarponi poco eleganti dei montanari e dei campagnoli spesso celano buon senso e furberia
Non giudicare il tuo vicino finché non avrai camminato per due lune nelle sue scarpe
Solo chi ha le scarpe ai piedi sa dov’è che fanno male

Il figlio del ciabattino va in giro con le scarpe rotte
A marzo chi non ha scarpe va scalzo, d'aprile chi ne ha sta bene
Chi ha un paio di scarpe nuove, le mostra volentieri
Non tutti i piedi stanno bene in una scarpa
Piedi p…

Occhi di gatto

Tre ragazze bellissime tre sorelle furbissime son tre ladre abilissime molto sveglie agilissime. Con astuzia e perizia ed unendo sempre un poco di furbizia riescon sempre a fuggire e nel nulla sparire. (sparire) Oh Oh Oh Occhi di gatto Oh Oh Oh Occhi di gatto è questo il nome del trio compatto son tre sorelle che han fatto un patto. Oh Oh Oh Occhi di gatto Oh Oh Oh Occhi di gatto Ecco ha colpito là , di soppiatto fuggendo poi con un'agile scatto Occhi di gatto un'altro colpo e' stato fatto. Tre ragazze bellissime tre sorelle furbissime son tre ladre abilissime molto sveglie agilissime. Con astuzia e perizia ed unendo sempre un poco di furbizia riescon sempre a fuggire e nel nulla sparire. (sparire) Oh Oh Oh Occhi di gatto Oh Oh Oh Occhi di gatto è questo il nome del trio compatto son tre sorelle che han fatto un patto. Oh Oh Oh Occhi di gatto Oh Oh Oh Occhi di gatto Ecco ha colpito là , di soppiatto fuggendo poi con un'agile scatto Occhi di gatto un'altro colpo e' stato fatto. Oh Oh Oh Occhi di…

Andare

Ho sceso, dandoti il braccio...
di Eugenio Montale

Ho sceso, dandoti il braccio, almeno un milione di scale e ora che non ci sei è il vuoto ad ogni gradino. Anche così è stato breve il nostro lungo viaggio.
Il mio dura tuttora, né più mi occorrono le coincidenze, le prenotazioni, le trappole, gli scorni di chi crede che la realtà sia quella che si vede.
Ho sceso milioni di scale dandoti il braccio non già perché con quattr'occhi forse si vede di più. Con te le ho scese perché sapevo che di noi due le sole vere pupille, sebbene tanto offuscate, erano le tue.
Ludovico Einaudi – Andare

Il pane e la gomma da masticare

Un italiano in Francia sta consumando il suo "petit dejuner" (caffe', croissant, pane, burro e marmellata), quando un francese, masticando la sua immancabile gomma, si siede accanto a lui.  L'italiano lo ignora vistosamente, ma nonostante tutto il francese l'apostrofa: "Voi il pane lo mangiate tutto?"  L'italiano risponde sorpreso: "Certamente."  Il francese fa un bel palloncino con la gomma: "Noi no. In Francia noi mangiamo solo la mollica.  La crosta la raccogliamo in un contenitore, la ricicliamo, la trasformiamo in croissant e la vendiamo in Italia.", prosegue, con una smorfietta insolente.  L'italiano resta in silenzio.  Il francese insiste: "Ci metti la marmellata, sul pane?"  L'italiano:"Certamente."  Il francese, rigirando la gomma tra i denti e ridacchiando, fa: "Noi no. In Francia a colazione noi mangiamo la frutta fresca, mettiamo tutte le bucce  e gli scarti in un contenitore, li ricicliamo, ne …