Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da novembre 20, 2011

Barzellettiamo!

Gennaro e Maria! Nel quartiere di Napoli dove vive, donna Maria è molto apprezzata per la sua bellezza; moglie di un medico, è colta ed elegantissima.  Gennaro il custode la desidera pazzamente ed una mattina mentre la signora le passa d'avanti si lascia scappare, sia pur sottovoce:" Madonna che bella femmina! Non so cosa darei per farmela! " La Signora se ne accorge, torna sui suoi passi e dice: "Cosa avete detto?"  "Niente Signò, perchè?"  "Su Gennaro, non fate il furbo! Vi ho sentito benissimo; abbiate il coraggio di ripetermelo in faccia!"  "Ma veramente... ecco non volevo essere scortese ma... voi... siete così bella che io... io sto uscendo pazzo, Signò!"  "Ah si? Ma bene! Allora sapete che cosa dovete fare?"  "Sì, Signò: mo mi faccio una doccia fredda e scusate tanto... "  "Ma no Gennaro non fate così... vi piaccio proprio tanto?"  "Da impazzire... non so cosa pagherei... oh mi scusi, ma vede, non ra…

MODI DI DIRE CON LA PAROLA FIGLIO

Essere figlio del proprio padre=Avere ereditato le caratteristiche paterne (non solo fisiche), nel bene e nel male.
Essere figlio del proprio tempo=Incarnare le caratteristiche di un'epoca storica. Si usa per le persone come per correnti di pensiero e simili.
Essere figlio delle proprie azioni=Dovere a se stessi la propria sorte.
Figlio d'arte=chi lavora in teatro essendo figlio di attori. In senso lato, chi esercita una professione o un mestiere di cui già si occupava uno dei genitori. Anche ironico, per chi adotta comportamenti o atteggiamenti tipici dei genitori, soprattutto se negativi. Chi fa la stessa professione o svolge lo stesso lavoro dei genitori.
Figlio del proprio secolo=Tipico del proprio tempo, dotato delle caratteristiche fondamentali della propria epoca, riferito a cose, idee, persone o altro.
Figlio della colpa= Figlio illegittimo, naturale o adulterino.
Figlio della serva=Persona considerata inferiore per nascita e trattata di conseguenza, anche in modo sgarbato e…

Barzellettiamo!

Questionario FAO! Questionario FAO diffuso ai membri delle Nazioni Unite.  Nel questionario è presente la seguente domanda: "Esprimete onestamente la vostra opinione sulla scarsità di alimenti nel resto del mondo".  Gli europei non avevano idea di cosa fosse la "scarsità".  Gli africani non conoscevano gli "alimenti".  Gli americani non sapevano cosa volesse dire "resto del mondo".  I cinesi chiesero maggiori delucidazioni sulla parola "opinione".  I politici italiani stanno ancora discutendo sul significato di "onestamente".

Le mille e una notte! L'Atelier sul Mare.

Art Hotel Atelier sul Mare L’Art Hotel Atelier sul Mare è una realtà unica al mondo, il Museo-Albergo, è incastonato in una baia di pescatori a Castel di Tusa in Sicilia (Messina), e  dista 20 km circa da Cefalù e appena 9 km da S. Stefano di Camastra. È un Hotel speciale non solo per la posizione meravigliosa, per il mare  incontaminato su cui si affaccia, ma perchè il suo creatore Antonio Presti, un collezionista ed estimatore d’arte ha realizzato un ambiente speciale, unico nel suo genere, „un museo in cui dormire“!  Un albergo in cui le stanze d’arte, ospitano capolavori d'arte contemporanea, proponendo spazi e scenari stupefacenti.

Le 20 camere standard sono arredate in un gradevole stile mediterraneo, mentre le 20 camere d'arte sono state disegnate, dipinte  e arredate da famosi artisti contemporanei, italiani e stranieri come: Danielle Mitterand , Agnese Purgatorio, Antonio Presti, Cristina Bertelli (La Stanza dei Portatori d’Acqua), Mario Ceroli (La Bocca della Verità),…

Pensare oltre! I bambini sono diversi.......

LA GIORNATA NAZIONALE PER I DIRITTI DELL‘INFANZIA!
Oggi  20 novembre, si celebra il ventiduesimo anniversario della Convenzione sui diritti del fanciullo, approvata a New York nel 1989 dall'Assemblea generale Onu. Una convenzione che elenca tutti i diritti  che vengono riconosciuti all’infanzia, nel seguente  opuscolo potete trovarli spiegati ed elencati attraverso simpatici fumetti: DIRITTISI NASCE

Ma quello di cui mi piacerebbe parlarvi oggi, non è il diritto a venire nutriti, amati e protetti; ma un diritto a mio parere molto più basilare, ossia il diritto dei bambini ad ESSERE BAMBINI,  il diritto ad essere diversi dagli adulti ed accettati come tali.
Potrà sembrarvi scontato, ma al contrario oggigiorno, sempre di più, pretendiamo che i piccoli si comportino come „adulti in miniatura“, ed ogni bambino che non si attiene a ciò viene semplicemente additato come DIVERSO. Beh, i bambini HANNO DIRITTO AD ESSERE DIVERSI.





Ma se un bambino è più vivace del normale, se non sa parlare bene, se…