Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da gennaio 24, 2021

Boom-Auch-Crash-Grr-Boing

ONOMATOPEA  È una figura retorica. L’onomatopea è un'espressione o parola che riproduce direttamente un rumore o un suono naturale, rievocandola acusticamente.  Il suono evoca il rumore dello strumento che lo produce. L’onomatopea viene molto usata in letteratura e in fumettistica, si tratta di un segno grafico che non ha alcun significato se non viene associato al suono o rumore di cui è l’imitazione (crash=il suono di un bicchiere che si rompe; sob-sob= quello di un uomo che piange). Sono parole onomatopeiche ad esempio: sciacquio, gorgoglìo, tuffo, sciabordio, boato, scoppio, clangore, fragore ,fruscio, sussurro, lampo, ticchettio, tintinnio. Esempi conosciuti da tutti sono i versi degli animali: Il cane fa bau-bau Il gatto fa miao-miao Il pulcino fa pio-pio L’uccellino fa cip-cip Se volete vedere come vengono scritti onomatopeicamente i versi degli animali nelle maggiori lingue, allora fate CLICK Un altro campo in cui le onomatopee sono usatissi

LE PREPOSIZIONI DI LUOGO NELLA LINGUA ITALIANA

Qualche regoletta Le preposizioni sono delle parti del discorso invariabili, esse mettono in relazione parti diverse della frase (metti la borsa sotto il tavolo; la macchina sta dietro all ’ angolo ecc.). Le preposizioni si suddividono comunemente in preposizioni proprie (di, a, da, in, con, su, per, tra, fra), preposizioni improprie (davanti, vicino, dopo, mediante) e locuzioni preposizionali (quali in fondo a, per via di, a causa di). Le preposizioni, come le congiunzioni, gli avverbi e le interiezioni, sono parti del discorso invariabili . La preposizione deve il suo nome al fatto che viene preposta a un elemento lessicale. Le preposizioni di luogo danno informazioni sullo spazio e  sul punto in cui avviene l’azione. Per indicare il luogo da cui si proviene. DA DOVE VIENI : ·           DA ->Partenza, origine. Luogo da cui si parte o viene. Vengo da Vicenza. ·          DI -> Insieme al verbo essere per indicare la città da

Come usare la micidiale particella CI in italiano- How to use the terrib...

#learnitalian #speakitalian #italian TUTTE LE FUNZIONI DI CI  La particella ci ha già messo in ginocchio molti studenti di italiano.  Capire bene l'uso di CI è però importantissimo perché questa piccola particella ha tantissimi usi differenti nella lingua italiana.  Quindi solo conoscendola e usandola bene riuscirete a parlare in modo appropriato e fluentemente.  Lo sapevate che la particella CI può essere:  Un pronome personale riflessivo.  Un pronome personale diretto.  Un pronome personale indiretto.  Un avverbio di luogo.  Una particella pronominale.  Una parte di diversi verbi, come ad esempio esserci o starci.  Non abbiate paura, grazie a questo video, la particella CI non avrà più segreti per voi.  We learn how to use the Italian pronoun CI with lot of example sentences.  ✅ Subscribe to my channel and press the bell icon (iscriviti al canale e clicca la campanella): https://bit.ly/2XgBHD0 🎦🎦🎦🎦🎦🎦🎦🎦🎦 ✔ SCARICA IL PDF GRATUITO CON GLI ESERCIZI SULLA PARTICELLA CI

La casa di essere. Verbi con ausiliare essere nei tempi composti.

  La scelta dell'ausiliare nei tempi comosti è sempre "una bella gatta da pelare" per gli studenti di lingua italiana.  Anche perchè alcuni verbi possono, a seconda dei casi e dei significati avere come ausiliare sia essere che avere. Nella casa dell'essere impariamo invece un elenco di verbi che hanno sempre e solo ESSERE come ausiliare nei tempi composti. Piccola eccezione (l'eccezione c'é sempre) sono vivere e correre che in un particolare caso vogliono avere come ausiliare. Luca è vissuto a Roma molti anni. / Luca ha vissuto una vita avventurosa. Luca è corso a casa dopo il lavoro. / Luca ha corso la famosa maratona di New York GUARDA QUI LA TABELLA CON LA CONIUGAZIONE COMPLETA DEL VERBO ESSERE QUI COME SCEGLIERE L'AUSILIARE QUI VERBO TRANSITIVO O INTRANSITIVO COME SAPERLO? QUI